Psillio

14,00 IVA inclusa

100 op. – 550 mg/op

EFFETTO FISIOLOGICO: Regolarità del transito intestinale. Azione emolliente e lenitiva: regolare funzionalità del sistema digerente. Modulazione/limitazione dell’assorbimento dei nutrienti. Metabolismo dei lipidi e dei carboidrati. Normale volume e consistenza delle feci. Effetto prebiotico.
Avvertenze: non eccedere la dose raccomandata per l’assunzione giornaliera. Il prodotto va utilizzato nell’ambito di una dieta variata ed equilibrata ed uno stile di vita sano. Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni.
Non assumere in presenza di dolori addominali, nausea, vomito, occlusione intestinale.La soluzione viscosa può rallentare o ridurre l’assorbimento di nutrienti e farmaci

Descrizione

PSILLIO – PLANTAGO PSYLLIUM

Famiglia: plantaginaceae
Pianta officinale
Parte utilizzata: semi

PRINCIPI ATTIVI
Mucillagine 15-25% presente esclusivamente nell’epidermide del tegumento seminale, di polisaccaridi idrosolubili(xilosio, arabinosioe ramnosio); iridoidi (aucubina); lipidi; alcaloidi in tracce.

PROPRIETA’’
La mucillagine, in grande quantità la rende un lassativo meccanico. Indicata nella stipsi anche cronica e quando si vuole ottenere un’evacuazine più facile e feci più morbide, come in caso di emorroidi, ragadi, fistole anali. La mucillagine fortemente idrofila dello psillio assorbe facilmente acqua con un indice di rigonfiamento notevole, il gel che si forma aumenta il volume della massa fecale ne ammorbidisce il contenuto, stimola la peristalsi intestinale facilitando lo svuotamento. Bisogna assumere lo psillio con molta acqua in caso contrario assorbe quella presente nell’intestino, con il risultato di provocare secchezza e anche stitichezza. La mucillagine, ha inoltre proprietà antinfiammatorie e lenitive sulla mucosa, è quindi indicata nelle coliti e nel colon irritabile. E’ stato osservato un buon effetto anche sulla diarrea. Dalla commissione E 1989 i semi di psillio sono indicati come adiuvanti nelle diarre di varia origine. In queso caso va assunto senza acqua in quanto deve assorbire i liquidi in eccesso, presenti nell’intestino. La presenza di iridoidi aumenta l’attività antinfiammatoria intestinale.
Alcuni studi lo segnalano come ipoglicemizzante con effetto metabolico, anche se sconsigliato nel diabete insulinodipendente in quanto riduce l’effetto dell’insulina. L’effetto ipocolesterolemizzante è stata confermata da diversi studi.

INDICAZIONI
Stitichezza

NOTE
Controindicato in caso di sindrome occlusiva o dolorosa . Rallenta l’assorbimento di altri farmaci, per cui è meglio aspettare almeno un’ora dall’assunzione del farmaco per ingerirlo.